giovedì 24 marzo 2011

Sguardi di cinema italiano


Quando nacque, ben dodici anni fa, si chiamava Sudestival. Oggi è noto in tutta Italia con il titolo di Sguardi di cinema italiano – Sudestival. Si tratta di un concorso dedicato alle opere prime del cinema italiano d'autore, quello meno conosciuto e prodotto, spesso, a basso costo dalle giovani autrici e dai giovani autori di un cinema sotterraneo, che resta ai margini, nonostante sia di buona qualità.

Appoggiato dall'assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, dall'assessorato alla Cultura della Provincia di Bari, nonché da diversi comuni pugliesi, Monopoli, Polignano a mare, Conversano, Fasano, Alberobello e Locorotondo, il festival del sud est gode del patrocinio dell'Apulia Film Commission,
della FICE Puglia (Federazione Italiana Film D'Essai) e dell'AGIS (Associazione Generale Italiana Spettacolo) di Puglia e Basilicata e, da quest'anno, del prestigioso patrocinio del Presidente della Repubblica. GUARDA IL VIDEO
Il Sudestival 2011 ha due novità, rispetto alle altre edizioni: è diventato itinerante (le proiezioni avvengono in tutti i comuni che lo appoggiano) e, cosa assai importante per chi ha prodotto i corto e lungometraggi in concorso, verranno svolte le anteprime nazionali di tutte le opere in concorso (si partirà il 27 maggio 2011), il che garantirà una maggiore visibilità ad autrici ed autori.
Il concorso di quest'anno, che ha avuto un'affluenza di oltre 3.000 presenze, si è appena concluso ed ha visto la vittoria di due lungometraggi, Into paradiso, di Paola Randi – al suo primo film (€ 2.000) – e 20 sigarette, di Aureliano Amadei (€ 1.000). Il primo ha vinto il premio del pubblico (ebbene sì, a giudicare le opere in lizza sono le persone comuni, coinvolte in modo attivo nel festival), mentre il secondo si è aggiudicato quello assegnato dalla giuria giovani. Le premiazioni, presenti le massime autorità locali ed i rappresentanti dell'Apulia Film Commission, della FICE e dell'AGIS, avranno luogo il primo e il due luglio 2011 in piazza Palmieri, a Monopoli (Ba).
L'ispiratore nonché direttore artistico del Sudestival è Michele Suma, al quale è andato il plauso dell'assessora alla cultura del comune di Monopoli, che gli riconosce «di essere riuscito a realizzare una manifestazione di grande destino culturale e turistico, avendo ragionato con grande lungimiranza su un'idea territoriale e non locale» (fonte: http://www.monopoli.tv/2011/03/into-paradiso-di-paola-randi-e-20-sigarette-di-aureliano-amadei-vincono-il-sudestival/). Lo stesso Suma ha affermato, a proposito del logo del concorso cinematografico Sguardi di cinema italiano – Sudestival, che esso vuole porre in risalto un “territorio di cultura” che illumina il cinema italiano con le sue piccole storie, fatte di immagini ed idee in movimento.

Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento