lunedì 4 luglio 2011

La quinta edizione del Bologna Lesbian Film Festival


Si chiama Some Prefer Cake – in omaggio all'omonimo film statunitense a tema lesbico – ed è giunto alla quinta edizione. Si tratta del Bologna Lesbian Film Festival ed il suo scopo è quello di “celebrare la ricchezza del cinema lesbico”, come è possibile leggere sul volantino ufficiale dell'evento.
Realizzato da Fuoricampo Lesbian Group – che contribuisce a rendere grande anche il DIVERGENTI – Festival Internazionale di Cinema Trans – il concorso 2011 si svolgerà presso il Nuovo Cinema Nosadella di Bologna che, nei giorni dal 22 al 25 settembre prossimo, vedrà protagonista il cinema delle femmine che amano le femmine.
La novità di questa quinta edizione è consistita nel proiettare – presso il Nuovo Cinema Aquila – una corposa selezione di video di vario metraggio della passata edizione al Queering Roma, in occasione degli eventi collaterali all'Europride 2011.
La parola d'ordine di questa edizione è: parola, immagine e suono, poiché viene data priorità, attraverso le selezioni delle tante opere in concorso, al cinema in tutte le sue forme, con un occhio di riguardo al complesso rapporto fra il linguaggio per immagini e le altre forme d'espressione, come letteratura, fumetto e musica. «Le sezioni OURstories, tHEoRy e ANIMAtion – sono parole di Luki Massa, direttrice del festival – ci accompagnano anche in questa edizione in un percorso di mappatura storica, analitica ed emotiva dell’esperienza e dell’immaginario lesbici in diverse epoche e in diversi luoghi del mondo: le vite avventurose di musiciste che si travestivano da uomini per poter suonare lo swing e il jazz, le eroine di carta che raccontano il mondo attraverso il racconto di sé, la scrittura letteraria che dialoga con quella cinematografica. Some Prefer Cake si sviluppa attraverso un percorso di eventi culturali diffuso nella città e nell’arco dell’anno che culmina con le giornate del festival. (...).»
Questa importante rassegna filmica è nata per valorizzare il cinema breve a tematica lesbica ed oggi, visti gli importanti patrocini e contributi – fra cui quelli delle tre istituzioni locali dell'Emilia Romagna, della CGIL e del Centro delle Donne Città di Bologna, con il sostegno del Servizio Cultura e Pari Opportunità della Provincia di Bologna – ha potuto ampliare la propria visuale, garantendo la giusta visibilità a tutte le forme del cinema lesbico, anche grazie ad alcuni partner e sponsor di un certo spessore.
Nelle prossime settimane, sul sito ufficiale del concorso bolognese sarà possibile leggere il programma e l'elenco completo delle opere in gara, mentre già da ora si può scaricare QUI il form in inglese per l'iscrizione a concorso dei documenti visivi.
Il Bologna Lesbian Film Festival è la prima ed unica rassegna italiana interamente dedicata al cinema lesbico, il che la rende una vera e propria pietra miliare della cultura omosessuale femminile. Si preparino, quindi, le videomaker che da tempo hanno un corto o un documentario nel cassetto. I tempi sono maturi per far conoscere il variegato mondo lesbico all'opinione pubblica italiana, contribuendo, anche in questo modo, a sgretolare i pericolosi pregiudizi che gravitano intorno alle persone LGBT.


Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento