lunedì 18 luglio 2011

La sesta edizione del cinema invisibile di Lecce


Il Cineclub Fiori di Fuoco di Lecce organizza, da sei anni a questa parte, il Festival del Cinema Invisibile, riservato ai documentari ed alle opere di fiction di autrici ed autori indipendenti italiani; in tal senso, la rassegna leccese rappresenta “il più importante appuntamento del Salento con il cinema indipendente italiano”, come è possibile leggere nel comunicato stampa ufficiale.
Il bando dell'edizione 2011, scaduto il 31 maggio scorso, sottolinea che i video che concorrono al premio finale non hanno limiti di tema, genere e durata, a patto che siano stati prodotti dal 2009 al 2011. Sul blog ufficiale del concorso è possibile leggere tutte le informazioni utili.
Il sottotitolo dell'edizione corrente, che si terrà a Lecce dal 23 al 25 agosto prossimi presso il teatro Paisiello, è Italia unita e potrà contare su sei ore giornaliere di proiezioni, dalle 18:00 alle 00:00, trentacinque video, fra corto, medio e lungometraggi, sotto forma di fiction e documentari, per far vivere alle persone presenti “uno straordinario viaggio – si legge sempre nel comunicato stampa – tra le mille particolarità di lingue, tradizioni e paesaggi tipiche del Bel Paese, attraverso gli sguardi e i linguaggi dei filmaker indipendenti”.
Perché, quindi, il sottotitolo Italia unita? Per sottolineare, attraverso le opere in gara, le tante storie, positive o meno, di un Paese unico sotto molti aspetti. Dalle Alpi a Pantelleria, da Trento a Palermo e da Trieste a Lecce, i video proposti sondano il tessuto sociale italiano, con un occhio di riguardo alle generazioni di Italiani ed Italiane che si sono formate oltre i confini nazionali.
Ideata e diretta da Nicola Neto e Ornella Striani, del Cineclub Fiori di Fuoco di Lecce, la sesta edizione del Festival del Cinema Invisibile – Italia unita, può contare sulla collaborazione fattiva dell'Unione Italiana Circoli del Cinema, mentre il patrocinio ed il contributo è garantito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione generale per il cinema. Inoltre, grazie al progetto Teatri Abitati, sostenuto da Unione Europea, Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo, Teatro Pubblico Pugliese, Comune di Lecce e Astragali Teatro, è stato possibile organizzare il concorso all'interno del settecentesco teatro Paisiello di Lecce.
Prima di proporre le opere che hanno superato la selezione e sono giunte alla fase finale dell'evento salentino (per la maggior parte cortometraggi), segnalo che l'ingresso alle proiezioni ha un modesto costo di € 5,00, mentre il programma completo può essere letto sul blog dell'evento.
I LAVORI GIUNTI IN FINALE
Documentari
41° 17” MEMORIE DAL REGINA PACIS di Alberto Chironi, Francesco Maggiore (Italia, 2010, 7’)
AQUILONI CONTROVENTO di Alessandro Stevanon (Italia, 2011, 25’)
BATTITI D’ALI di Pierluigi Mazzeo (Italia, 2010, 11’)
CARGO di Vincenzo Mineo (Italia, 2010, 48’)
GESTES DE LA VIE ORDINAIRE di Simone Cinelli (Italia, 2010, 12’)
IL NUOVO SUD DELL’ITALIA di Pino Esposito (Italia, 2010, 74’)
IL RICHIAMO DEL KLONDIKE di Paola Rosà e Antonio Senter (Italia, 2010, 58’)
L’ULTIMA RACCOLTA di Antonio Puhalovich (Italia, 2010, 45’)
LA TERRA NEGLI OCCHI di Gaia Adducchio (Italia, 2011, 60’)
LETTERE DAL DESERTO (ELOGIO DELLA LENTEZZA) di Michela Occhipinti (Italia, 2010, 88’)
LO SGUARDO ECCENTRICO di Antonio Fabio De Vecchi (Italia, 2011, 15’)
MAMMALITURCHI di Carlo Michele Schirinzi (Italia, 2010, 17’)
MIDNIGHT BINGO di Antonio Longo (Italia, 2011, 27’)
PRECARIETÀ di Alessandra Marolla (Italia, 2011, 40’)
UN CAMMINO LUNGO UN GIORNO di Filippo Ticozzi (Italia, 2011, 15’)
Fiction
108.1 FM RADIO di Angelo e Giuseppe Capasso (Italia, 2011, 15’)
AMEN di Maurizio Mazzotta (Italia, 2010, 22’)
BANDO DI CONCORSO di Giovanni Meola (Italia, 2010, 20’)
DIARI DI AUTUNNO di Ruggiero Cilli (Italia, 2010, 30’)
ECLISSI DI FINE STAGIONE di Vito Palmieri (Italia, 2011, 15’)
FALLING UP di Junior Lucano (Italia, 2010, 9’)
GAMBA TRISTA di Francesco Filippi (Italia, 2011, 8’)
GLI SCARTI di Davide Ippolito (Italia, 2010, 75’)
I LAVORATORI DEL MARE di Domenico de Ceglia (2010, 19’)
IL MOMENTO DEL GIGANTE di Samuele Manni (Italia, 2011, 7’)
IN MY PRISON di Alessandro Grande (Italia, 2010, 7’)
IO SONO QUI di Mario Piredda (Italia, 2010, 20’)
LA FONDUE di Vincenzo Caiazzo (Italia, 2011, 16’)
N9VE di Cristiano Anania (Italia, 2010, 13’)
PIZZANGRILLO di Marco Gianfreda (Italia, 2011, 15’)
SAYONARA NIPPON di Adam Selo (Italia, 2009, 8’)
STAND BY ME di Giuseppe Marco Albano (Italia, 2011, 15’)
TAXI di Marco Arturo Messina (Italia, 2011, 17’)
UN NUOVO CORSO di Leonardo Rodolico (Italia, 2011, 11’)
UNA STORIA SEMPLICE di Roberto Zazzara (Italia, 2011, 29’)

Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento