martedì 12 luglio 2011

L'Italia Wave Love Festival sbarca nelle Puglie

Quest'anno cade il venticinquesimo compleanno dell'Italia Wave Love Festival che, per la prima volta, si svolgerà a Lecce, il vero ponte fra oriente ed occidente, dal punto di vista umano e culturale.

Da sempre dedicata a varie forme d'espressione artistica, in particolare alla musica, grazie alla collaborazione fattiva tra Regione Puglia, Provincia e Comune di Lecce, questa importante rassegna artistica si svolgerà nel capoluogo situato nel tacco dello Stivale, nei giorni dal 14 al 17 luglio 2011.
La formula, ampiamente sperimentata dal comitato organizzatore dell'evento, è quella, vincente, del festival urbano e si snoderà fra lo stadio comunale ed il Centro Storico, passando per le bellissime spiagge salentine e l'Aeroporto di Lepore, al fine di garantire alle persone spettatrici uno spettacolo musicale senza soluzione di continuità.
Nell'ambito dell'IWLF uno spazio di riguardo è stato assegnato al nutrito mondo del cinema breve, grazie alla sezione Cult Wave, quest'anno dedicata al genere horror, che vedrà la proiezione, durante le calde serate del festival, di pellicole amate dal pubblico di tutti i tempi come La notte dei morti viventi, Frankenstein Junior, The Addiction-Vampiri a New York e, durante la serata di sabato 16 luglio, i Midnight Shorts ovvero i corti horror provenienti dall'archivio del Festival del Cinema Invisibile di Lecce*, il concorso di film indipendenti italiani che si svolgerà, per il sesto anno consecutivo, dal 23 al 25 agosto 2011. Di seguito indico alle lettrici ed ai lettori di questo blog l'elenco completo delle proiezioni corte, in modo che le autrici e gli autori interessati possano farsi un'idea di massima del materiale che girerà all'interno di questo importante evento culturale dell'estate salentina.
INTERCAMBIO (di Antonello Novellino e Antonio Quintanilla, Italia 2010, 15’)
KLYA’S LAW (di Alessandro De Cristofaro, Italia 2010, 21’)
LA STANZA DI AMES (di Gianluca Puddu, Italia 2009, 15’)
L‘OCCHIO (di Angelo e Giuseppe Capasso, Italia 2007, 15’)
ICE SCREAM (di Roberto De Feo e Vito Palumbo, Italia 2009, 22’)
(fonte: http://www.italiawave.com/ e Cineclub Fiori diFuoco-Lecce)
A dimostrazione del fatto che il mondo dei cortometraggi sta prendendo sempre più piede anche in Italia, sono sempre di più i luoghi culturali che dedicano intere sezioni dei propri festival a concorso al cinema breve, il tutto a favore di una più grande visibilità garantita alle autrici ed agli autori che, nel nostro Paese, stanno aumentando ed hanno un talento che attende solo di poter uscire allo scoperto.
(*)





Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento