martedì 2 agosto 2011

RacCORTI Sociali. Il cinema al servizio del bene comune


Si svolgerà domenica 20 novembre 2011, presso il Cinema Odeon di Firenze, la fase finale dell'edizione 2011 del concorso per cortometraggi RacCORTI Sociali, giunto all'ottava edizione.
Nato nel 2003 con lo scopo di narrare il territorio in tutte le sue sfaccettature, attraverso un corto di soli 5', questo concorso toscano è la rassegna più completa fra quelle dedicate al sociale, al volontariato ed alla solidarietà.
Attraverso lo slogan “RacCORTI Sociali. Piccoli film per grandi idee” il concorso fiorentino si avvale, quest'anno, del supporto del CESVOT (CEntro Servizi VOlontariato Toscana) e dell'AIART (Associazione Spettatori Onlus) di Pisa, grazie al contributo di Mediateca Toscana.
Questa particolare rassegna è rivolta al mondo del volontariato ed a quello del terzo settore mediante il cosiddetto cinema sociale, al fine di «sperimentare ed approfondire la propria esperienza di comunicazione – attraverso i documenti visivi a tema sociale con un concorso – (…) di cortometraggi dedicato specificatamente alla produzione audiovisiva legata alla socialità, alla solidarietà, al volontariato, alla difesa dei diritti e del bene pubblico» (fonte).
A riprova del fatto, come ho più volte sottolineato dalle pagine di Cortometraggi Blog, che quello del cortometraggio è sempre più un mezzo privilegiato per raccontare storie efficaci – anche nel campo del sociale – grazie al connubio fra creatività e linguaggio innovativo, anche il concorso RacCORTI Sociali si avvale del cinema breve per descrivere alle nuove generazioni ed all'opinione pubblica il complesso mondo del volontariato.
Fra i temi e gli obiettivi della rassegna a premi ricordo i seguenti:
- Raccontare in modo attuale e creativo l'impegno nel sociale: storie, idee, emozioni, progetti, esperienze
- Narrare, con il linguaggio delle immagini, le relazioni d’aiuto e di servizio, il disagio, la diversità, la difesa dei diritti, la cultura del dono, la tutela dell'ambiente
- Rendere visibili le reti solidali, le attività delle associazioni di volontariato e del Terzo Settore
- Promuovere nel sociale l'utilizzo di nuovi linguaggi e strumenti di comunicazione, per una cittadinanza consapevole, attiva e responsabile
- Mantenere viva la memoria e l’identità con un archivio di testimonianze originali
Il tutto rivolto a chi ogni giorno opera nel sociale attraverso associazioni, enti locali o di volontariato, ecc.
Per poter giungere alla fase finale del concorso, le opere ad esso iscritte dovranno rispondere ad alcuni criteri: dovranno trattare uno dei temi della rassegna, dovranno essere originali, per capacità narrativa dell'autrice o dell'autore, dovranno essere innovative per tema, per linguaggio e per resa stilistica, oltre che per la tecnica utilizzata.
I premi, che consistono in attrezzature e materiale audiovisivo, servizi e riconoscimenti, sono i seguenti:
PRIMO PREMIO – € 2.500
SECONDO PREMIO – € 1.000
TERZO PREMIO – € 500
PREMIO PER LA MIGLIOR COLONNA SONORA ORIGINALE – € 1.000
Particolare di grande importanza: la giuria ha la facoltà di assegnare un riconoscimento anche ad un cortometraggio di un certo valore che non rispecchi i requisiti richiesti dal regolamento, che è scaricabile dal sito ufficiale dell'evento.
L'unico vero vincolo per l'iscrizione delle opere al concorso è rappresentato dalla durata – che non deve superare i cinque minuti, titoli compresi – e dalla colonna sonora, che deve essere originale. A tal proposito l'organizzazione del festival mette a disposizione delle autrici e degli autori una serie di gruppi musicali che offriranno la loro opera a coloro che non dispongono di un tema sonoro per il proprio corto. Le opere, inedite, dovranno pervenire entro e non oltre lunedì 10 ottobre 2011 alla sede pisana dell'AIART, in formato mini DVD o DVD.
Per quanto riguarda la proiezione dei video vincitori, questa avverrà domenica 20 novembre 2011, alle ore 15:30, presso il Cinema Odeon di Firenze (piazza Strozzi), all'interno della rassegna 50 giorni di cinema internazionale, promossa da Mediateca Toscana.
Grazie alla Fondazione Sistema Toscana – Mediateca Regionale, le autrici e gli autori italiani hanno a disposizione l'ennesimo concorso per far conoscere le loro opere di cinema breve nei principali circuiti italiani. C'è tempo fino al 10 ottobre 2011.

Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento