martedì 11 ottobre 2011

Sotto casa. Il corto d'autore che sta facendo il giro del Web


Roma, prime ore della sera di un giorno qualunque. Stefano (Riccardo De Filippis), alla guida della sua Station Wagon, giunge nei pressi del condominio in cui abita insieme alla moglie. Alla ricerca di un posteggio per l'auto, compie alcuni giri intorno all'isolato.
Invano. Tutto occupato. Giunto sotto casa, oltrepassa di qualche metro il portone di casa per fermarsi quasi subito, lo sguardo perso nel vuoto. Ingrana la retromarcia, torna indietro e, incredulo, infila l'autoveicolo nell'unico posto libero presente in tutto il circondario. Davanti al portone di casa. Dallo stesso lato. Terminata la manovra, gira la chiave nel quadro per spegnere il motore. D'improvviso si mette ad urlare con quanto fiato ha in gola. Esulta, le braccia con i pugni chiusi agitate davanti a sé. In quella passa una signora anziana che assiste alla scena, stupita ma non troppo. Stefano ha trovato posto sotto casa! Sceso dalla vettura, ancora incredulo fa per chiudere lo sportello, quando passa un automobilista che, come lui pochi minuti prima, è alla vana ricerca di un posteggio. Si ferma poco distante dalla Station Wagon di Stefano e gli fa la domanda fatidica, quella che produce un intenso godimento in chiunque la riceva, in previsione della risposta, negativa: «Scusi, sta uscendo?» L'eroe protagonista di questa storia si limita a sorridere in modo pacato, per poi fare un semplice cenno di diniego con il capo.
Questa è, in parte, la trama del cortometraggio Sotto casa (Italia, 2011, 5', 10'') scritto e diretto da Alessio Lauria ed interpretato, fra gli altri, da Susy Laude e Riccardo De Filippis, nonché vincitore del premio Solinas 2011 per il miglior cortometraggio al concorso Talenti in corto, giunto alla sua seconda edizione.
Chiunque viva in una grande città italiana sa quanto difficile sia trovare un posto per la propria autovettura, motivo per cui ogni sera, di ritorno dai luoghi di lavoro, molte persone passano interi minuti in auto alla ricerca, spesso lunga e laboriosa, del tanto sospirato posto. Rarissimo è, poi, trovarne uno sotto casa e, quando ciò accade, si tratta di un avvenimento da segnare sul calendario, degno dei migliori festeggiamenti, magari accanto alla persona amata. È ciò che vuol fare anche Stefano, il protagonista di questo intelligente corto, il quale invita la moglie a cena e si renderà presto conto che questo evento sta per cambiargli la vita.
Prodotta da Annamaria Granatello e Francesca M. Solinas, per la Talenti in corto, la storia di Lauria è curiosa e coinvolgente dai titoli di testa a quelli di coda, impreziositi da alcune scene in riquadro piccolo che strappano ben più di un sorriso di soddisfazione in chi guarda.
Alessio Lauria, classe 1981, giovane come l'acqua, nuovo talento nazionale uscito dalla facoltà di Scienze della Comunicazione dell'università di Bologna, è ancora incredulo per la vittoria di un premio tanto ambìto, dato che alla finale del concorso sono giunte tredici persone, tutte assai preparate e nonostante Lauria fosse alla sua prima prova da regista, a differenza di alcuni fra gli altri finalisti. Come a dire che il comitato organizzatore di questo concorso sa che cosa significhi puntare sulle giovani promesse del cinema italiano.
Girato a Roma in zona Re di Roma, un agglomerato urbano denso di popolazione, negozi ed automobili, Sotto casa è stato prodotto in due giornate di lavoro, grazie alla troupe messa a disposizione da Talenti in corto, che ha la sua più grande particolarità nel fatto che è un festival – con tanto di workshop – dedicato ai giovani talenti che si vogliano specializzare nel genere della commedia.
Chi volesse vedere per intero il corto in questione può fare click sul link sottostante, mentre le autrici e gli autori interessati a partecipare alla prossima edizione di Talenti in corto non devono far altro che attendere l'uscita del nuovo bando, fra qualche mese. Anche questa è un'occasione che sarebbe davvero da folli non prendere al volo.



Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento