lunedì 16 aprile 2012

Al via le riprese di un corto noir nel Monferrato

Le lettrici ed i lettori di questo blog ricorderanno un post da me dedicato, a luglio del 2011, a I corti del Monferrato.
In quell'occasione ho sottolineato che il progetto culturale ad essi collegato – Storie del Monferrato noir – ha lo scopo di divulgare le bellezze di quella parte del basso Piemonte, il Monferrato appunto, ricco di opere d'arte, architettura e paesaggi unici, che meritano di entrare a far parte di una serie di cortometraggi. Il genere scelto per l'edizione corrente è il noir.
Ebbene, lo sceneggiatore Claudio Braggio è stato così gentile da segnalarmi che a fine aprile 2012 inizieranno le riprese del primo video, anche se mi preme fare un breve passo indietro: A novembre dell'anno passato, presso la Camera di commercio di Alessandria, ha visto la luce la prima stesura della sceneggiatura del corto in questione, mentre durante i mesi successivi lo stesso Braggio ha messo mano alle ben sei revisioni del testo, il tutto mentre il regista Max Chicco, insieme alla casa di produzioni Meibi di Torino, ha iniziato a fare alcuni sopralluoghi al fine di scegliere le location più suggestive per dar via alla produzione del video.
Che cosa resta quindi da fare, per cominciare a girare? Scegliere il cast di attrici e di attori, oltre alle comparse, motivo per il quale informo che venerdì 20 aprile 2012, presso la sede della Fondazione Film Commission Torino Piemonte (via Cagliari 42, Torino Cineporto), dalle ore 10:00 alle ore 18:00, si svolgeranno le audizioni per assegnare le diciotto parti – principali e secondarie – per la realizzazione del corto; sì, perché gli episodi del noir saranno ben quattro, il che ha reso necessario avviare un pre-casting già durante i mesi invernali.
Come è possibile leggere all'interno del comunicato stampa diffuso da Braggio & C.: “Le scene verranno ambientate in Monferrato, uno degli elementi fondanti del progetto perché non soltanto si desidera valorizzare le eccellenze del territorio intese come città, paesaggi, luoghi storici ed enogastronomia, ma anche proporre ad altri registi e sceneggiatori location inedite.” Qualche nome? Frassineto Po, Castelnuovo Scrivia e Bosco Marengo.
-->Ed ecco, di seguito, in breve, i tratti salienti dei quattro episodi corti che formeranno il lungometraggio finale:
EPISODIO DI RACCORDO – soggetto di Claudio Braggio – C'è una troupe televisiva che sta girando il Monferrato a caccia di misteri e si imbatte in tre persone: Miriam, Edoardo e un bibliotecario non meglio definito
POSTO DI BLOCCO – soggetto di Marco Matteo Bisaccia – Incentrato sulla figura del trifolau ovvero il cacciatore di tartufi, in questo caso Felice, accanto al quale sono le figure di Ragazzotto e Leonardo, un barista
GRAB – soggetto di Alessandro Gavazza – Antichi delitti commessi in una delle più belle zone del basso Piemonte stimolano la fantasia di un gruppo di giovani, Grab, Emanuela, Silvia, Anteo e Lavinia
UN'ANTICA RICETTA DI FAMIGLIA – soggetto di Andrea Di Bartolo – Il segreto di un piatto prelibato si perde nel tempo e in mezzo alle colline del Monferrato, fino ad attirare la curiosità di un gruppo di persone: Paola, Alberto, Margherita, Lucetta, Vittoria, Isabella ed uno stalliere
Gli script per l'edizione 2012 di Storie del Monferrato noir sono ormai compiuti, anche se altre edizioni di questo ambizioso e bel progetto verranno pensate e progettate negli anni a venire, grazie ad un gruppo culturale formato da persone assai preparate, il cui scopo è attirare nell'affascinante terra del Monferrato autrici/registe ed autori/registi di tutta Italia. Il passo successivo consisterà nel conferire a questo evento un respiro internazionale. Attendo fiduciosa.

Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento