martedì 15 maggio 2012

San Francisco Transgender Film Festival


Sempre in occasione della settimana dedicata al ricordo delle vittime dell'omo/transfobia mi piace segnalare un concorso cinematografico a tema come il San Francisco Transgender Film Festival, che ha compiuto dieci anni ed ha festeggiato, all'inizio di novembre del 2011, un compleanno ricco di pellicole brevi che parlano del mondo del transessualismo e del transgenderismo.

Lo scopo di questo particolare festival cinematografico è quello di rendere visibili, attraverso la settima arte, le vite delle persone transgender e gender variant ovvero le donne e gli uomini che hanno affrontato la transizione di genere da maschio a femmina (male to female) o da femmina a maschio (female to male); solo in questo modo sarà possibile combattere e contribuire a sgretolare i tanti stereotipi che i media mainstream americani continuano a divulgare, danneggiando non poco la numerosa comunità trans statunitense. Il tutto per dar vita ad una cross-community – come è possibile leggere sul sito ufficiale del festival della West Coast – che instauri un dialogo costante con il resto del mondo.
L'SFTFF nacque come evento biennale nel lontano 1997, con il nome di Tranny Fest, sempre con un fine preciso: fare uscire allo scoperto le vicende personali e le storie di tante persone che vivevano nella più totale emarginazione a causa del loro status di individui non realizzati a causa del sesso di nascita non coincidente con quello sentito e voluto; ciò si rese necessario proprio perché, stereotipi a parte, nessuno aveva fino ad allora dato voce a quelle donne e a quegli uomini. Mancavano infatti le rappresentazioni autentiche delle loro vite.
Il successo ottenuto dalla rassegna di San Francisco fu tale da indurre il comitato organizzatore a dotarsi di uno statuto, a modificare il nome del festival, a farne un concorso internazionale e a cominciare a divulgarlo in tutto il mondo, insieme alla cultura transgender nordamericana.
Dal 2003 l'SFTFF può contare sulla direzione artistica di una donna formidabile, Shawna Virago che, negli Stati Uniti, è una notissima artista teatrale, musicista ed attivista dei diritti civili per le persone transgender; è grazie a lei se la raccolta fondi annuale, la ricerca degli sponsor, l'Advertising ed il reperimento delle persone volontarie vanno ogni volta a buon fine, il che le ha permesso di creare una sorta di rete di festival cinematografici a tema che ha coinvolto Frameline di San Francisco, OutFest di Los Angeles, New Fest di New York, London Film Festival, MIX Fest di New York, Toronto Transgender Film Festival e Netherlands Film Festival.
Shawna Virago vanta un'attivismo civile anti-violenza di oltre quindici anni ed è stata la prima donna transessuale ad entrare nel consiglio d'amministrazione del San Francisco Women Against Rape, inoltre ha contribuito a fondare TransAction, un gruppo poliziesco di prevenzione e tutela nei confronti dei soggetti transgender fatti oggetto di violenza transfobica.
Il San Francisco Transgender Film Festival è un evento attesissimo ogni anno e non solo dal popolo trans statunitense, essendo ormai divenuto un evento internazionale, il che sta permettendo al suo comitato organizzatore di divulgare sempre più la complessa e variegata cultura delle persone transgender e transessuali, le cui storie meritano di essere conosciute presso il più vasto pubblico mondiale, travalicando così gli angusti confini del Nord America. Un doveroso plauso a Shawna ed al suo gruppo di lavoro.


Lidia Borghi

Nessun commento:

Posta un commento